Figure retoriche in tedesco

Introduzione

Le figure retoriche sono mezzi stilistici che aiutano a rendere discorsi, saggi o anche lavori scientifici più vivaci ed interessanti da leggere. Per esempio ci s'impegna a tenere sveglia l'attenzione dei lettori o degli ascoltatori. In questo capitolo abbiamo riassunto le figure retoriche più importanti per un uso fluido della lingua tedesca. Troverete anche spiegazioni ed esempi che possono esservi utili nelle analisi letterarie o per la stesura dei vostri testi personali.

Indice

  • Allitteration, Anlautreim, Stabreim
  • Allusion, Anspielung
  • Anapher
  • Antithese
  • Hyperbel
  • Hypophora
  • Abschwächung, Untertreibung
  • Litotes
  • Metapher
  • Metonym
  • Onomatopöie, Lautmalerei
  • Parallelismus
  • Parenthese
  • Personifizierung
  • Wiederholung (Ripetition)
  • Rhetorische Frage
  • Vergleich
  • Synekdoche

Allitteration, Anlautreim, Stabreim

Allitterazione – stesso suono iniziale

In tedesco si parla di allitterazione quando due parole che si susseguono iniziano con la stessa consonate o con lo stesso suono consonantico. In molti casi le parole possono essere anche più distanti fra loro. Grazie allo stesso suono iniziale la frase rimane impressa nella memoria del lettore. L'allitterazione determina anche la melodia e l'intonazione della frase.

Esempio:
guter Geistuno spirito buono
schöner Scheinbell'aspetto
Land der Dichter und Denkeril paese dei poeti e dei pensatori
Milch macht müde Männer munteril latte fa svegliare gli uomini stanchi

Non importa che consonante formi il suono iniziale, importante è che pronunciati suonino in modo uguale.

Esempio:
kurioses Quizquiz curioso
philosophierender Fernfahrercamionista filosofo
coole Kistemitica carretta

Se invece le consonanti iniziali sono uguali ma si pronunciano diversamente non si tratta di allitterazione.

Esempio:
schwarzer Sumpfpalude nera
cleverer Chilenefurbo cileno

Allusion, Anspielung

Allusione – riferimento indiretto ad una persona, un evento o a delle opere letterarie

L'allusione è un mezzo stilistico per rendere chiaro un determinato aspetto o concetto senza spendere troppe parole. L'allusione dovrebbe essere breve e far riferimento a qualcosa di noto come ad esempio:

  • a personaggi illustri
  • ad eventi storici
  • alla mitologia (greca)
  • ad opere letterarie
  • alla Bibbia

Alludendo ad un evento o ad un personaggio storico di regola si conoscono anche il contesto, i retroscena e le conseguenze. Bastano quindi poche parole per far scattare nell'immaginario del lettore/ascoltatore un'immagine determinata (a volte anche una sequenza di fatti o un determinato scenario). Questo può avere i seguenti vantaggi:

  • Possiamo evitare lunghe spiegazioni.
  • Il lettore/ascoltatore viene portato verso una riflessione più profonda.
  • Il messaggio rimane impresso più facilmente.
Esempio:
Droht den USA ein zweites Vietnam?Una seconda Vietnam per gli USA? (allusione alla guerra del Vietnam; espressione spesso utilizzata in riferimento alla guerra in Iraq)
Bestimmte Programme könnten Trojaner enthalten.Alcuni programmi possono contenere dei trojan. (allusione al cavallo di Troia nella mitologia greca)

Alcune allusioni ad eventi storici, alla mitologia e alla Bibbia sono ormai entrati a far parte di alcune espressioni idiomatiche.

Esempio:
sein Waterloo erlebenfare un'esperienza alla Waterloo (allusione alla sconfitta di Napoleone nella battaglia di Waterloo)
seine Hände in Unschuld waschense ne lavò le mani (allusione a Ponzio Pilato che condannò Gesù a morte e dopo "se ne lavò le mani" per sottolineare che la decisione non fu sua (non ho alcuna responsabilità)
alt wie Methusalemessere vecchio come Matusalemme (allusione biblica al nonno di Noè che raggiunse l'età di 969 anni; vecchio testamento)
mit Argusaugen über etwas wachenavere gli occhi di Argo (allusione ad Argo, un gigante della mitologia greca che grazie ai suoi infiniti occhi ottenne il compito di sorvegliare Io, l'amante di Zeus)

Anapher

Anafora – ripetizioni all'inizio della frase

L'anafora è la ripetizione di una o più parole o di espressioni all'inizio di frasi che si susseguono. In questo modo l'attenzione viene concentrata sul concetto chiave del discorso.

Esempio:
Deutschland liegt in der Mitte Europas und ist der ideale Standort, um die Nachfrage der anliegenden Länder zu bedienen.La Germania è collocata al centro dell'Europa e si trova in una posizione ideale per soddisfare le richieste dei paesi limitrofi.
Deutschland verfügt über eine glänzende Infrastruktur und über hervorragend ausgebildete und hochmotivierte Arbeitnehmerinnen und Arbeitnehmer.La Germania dispone di infrastrutture ben funzionanti e di lavoratori e lavoratrici particolarmente qualificati e motivati.
Aber: Deutschland hat ein massives Kostenproblem.*Però: la Germania ha un grave problema di spese.

L'anafora viene spesso utilizzata in collegamento con parallelismi e climax.

* Fonte: Discorso di apertura di Wolfgang Clement, ex-ministro dell'Economia e del Lavoro, in occasione della conferenza internazionale dei Corrispondenti bfai; tema: Globale, più globale – campione internazionale dell'export. Quanti affari esteri sono concessi? (30. agosto 2004, Berlino, Germania)

Antithese

Antitesi – accostamento di due parole o frasi di senso contrario (luce/oscurità), contradditorio (vivo/morto) o inverso (scendere/salire)

L'antitesi viene utilizzata per mettere in rilievo concetti contrapposti. Spesso la struttura delle frasi o di parti del discorso rimane invariata in modo che il constrasto dei concetti in antitesi sia ancora più evidente.

Esempio:
Ein kleiner Schritt für einen Menschen, aber ein großer Schritt für die Menschheit.Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità. (Neil Armstrong)
Irren ist menschlich – vergeben göttlich.Errare è umano, perdonare è divino. (Alexander Pope)

Hyperbel

Iperbole – Esagerazione nella descrizione della realtà tramite espressioni che amplificano i fatti sia per eccesso che per difetto

Se utilizzata con parsimonia, l'esagerazione può essere molto utile per dirigere l’attenzione su un determinato concetto. In questo modo si conferisce un’importanza particolare al concetto espresso.

Esempio:
Ich bin so hungrig, ich könnte ein ganzes Pferd verschlingen.Ho una fame, mangerei un cavallo.
Ich hab dir das schon tausendmal gesagt.Te l’ho detto già mille volte.

Attenzione! Bisogna veramente usare questa figura retorica con cautela. Se si "esagera con le esagerazioni" si potrebbe ottenere l’effetto contrario.

Contrario: → Abschwächung, Untertreibung (Understatement)

Hypophora

Ipofora – domanda alla quale l'autore o l'interlocutore da già la risposta

Attraverso l'uso di questa figura retorica l’autore o l’interlocutore formula delle domande alle quali darà la risposta in seguito attirando in questo modo l’attenzione e la curiosità del lettore o dell’ascoltatore. Spesso questa tipologia di domanda si trova all’inizio della frase e la risposta viene data subito di seguito oppure introduce un cambiamento d’argomento.

Esempio:
Was bedeutet das für deutsche Unternehmen? Sind wir für den gobalen Wettbewerb gerüstet?Cosa significa questo per le imprese tedesche? Sono abbastanza preparate per la concorrenza a livello globale?
Deutschland liegt in der Mitte Europas und ist der ideale Standort, um die Nachfrage der anliegenden Länder zu bedienen.*La Germania è collocata al centro dell'Europa e si trova in una posizione ideale per soddisfare le richieste dei paesi limitrofi.

Vedi anche: → Rhetorische Frage (Domanda retorica)

* Fonte: Discorso di apertura di Wolfgang Clement, ex-ministro dell'Economia e del Lavoro, in occasione della conferenza internazionale dei Corrispondenti bfai; tema: Globale, più globale – campione internazionale dell'export. Quanti affari esteri sono concessi? (30. agosto 2004, Berlino, Germania)

Abschwächung, Untertreibung

Understatement (sottostima) – attenuazione di un enunciato

Si tratta di una figura retorica che viene utilizzata per sminuire la gravità o il peso di un enunicato creando un effetto di ironia. Si può impiegata anche per semplici motivi di cortesia.

Esempio:
Ich spreche ein wenig Deutsch. Parlo un pò tedesco. (Ad esempio potrebbe dirlo, in senso ironico, un madrelingua tedesco).
Ich glaube, ich habe dazu eine etwas andere Meinung. Penso di avere un'opinione un pò diversa a riguardo. (Un modo più cortese per dire: La penso in modo completamente diverso).

Contrario: → Hyperbel (Iperbole)

Litotes

Litote – attenuazione di un enunciato attraverso la negazione del suo contrario

Si tratta di un tipo di understatement: tramite la negazione del contrario di un enunciato si creano effetti di ironia o enfasi.

Esempio:
Nicht schlecht. Niente male (invece di: Ben fatto.)
Er war nicht ehrlich zu dir. Non è stato sincero con te. (invece di: Ti ha mentito.)

Vedi anche: → Abschwächung, Untertreibung (Understatement)

Metapher

Metafora – espressione in forma figurata

La metafora è una figura retorica che trasferisce il significato di una parola ad un'altro termine più figurato, entrambi collegati fra di loro per analogia. Al contrario della similitudine (A è come B.) la metafora omette la avverbio di comparazione »wie«, cioè come (A è B.).

Esempio:
Nicht zuletzt durch Astronomie und Raumfahrt haben wir gelernt, dass wir nur ein Staubkorn in einem riesigen, größtenteils unerforschten Universum sind.*Soprattutto grazie all'astronomia e all'esplorazione spaziale abbiamo imparato che siamo soltanto un granello di sabbia nell'universo immenso ed inesplorato.

Vedi anche: → Vergleich (Similitudine), Metonym (Metonimia), Allusion, Anspielung (Allusione)

* Fonte: Discorso di apertura di Wolfgang Clement, ex-ministro dell'Economia e del Lavoro, in occasione della conferenza internazionale dei Corrispondenti bfai; tema: Globale, più globale – campione internazionale dell'export. Quanti affari esteri sono concessi? (30. agosto 2004, Berlino, Germania)

Metonym

Metonimia – espressione in forma figurata in rapporto diretto col termine di paragone

Con questa figura retorica (al contrario della metafora) si trasferisce il significato da una parola ad un’altra, collegate tra di loro da una relazione di contiguità spaziale, temporale o causale. In generale in tedesco troviamo spesso quattro tipi di contiguità della metonimia: la causa per l'effetto, il materiale per l'oggetto, il simbolo o il luogo per la cosa realmente designata; l'autore per l'opera o il conduttore per l'armata/popolo. La metonimia “sta per qualcos'altro” senza però, al contrario della sineddoche, avere un rapporto diretto (fisico) con l'insieme a cui si riferisce.

Esempi:
der Mauerfall am 9. November 1989 la caduta del muro del 9 novembre 1989 (caduta del muro = caduta del regime nella Germania dell'est)
Bagdad wies den Vorwurf zurück Bagdad respinse l'accusa (Bagdad = governo, governo di transizione, i responsabile nella capitale dell'Iraq)
eine Erklärung des Weißen Hauses una dichiarazione della Casa Bianca (Weißes Haus = governo USA/presidente)

Vedi anche: → Metapher (Metafora), Synekdoche (Sineddoche)

Onomatopöie, Lautmalerei

Onomatopea – Imitazione di suoni naturali

Si tratta di una serie fonica che compone una parola imitando il suono naturale generalmente attribuito ad un'azione o ad un oggetto. Spesso risulta difficile e complicato descrivere dei suoni, con l'onomatopea ogni lingua si ritrova un mezzo creativo per imitare linguisticamente suoni acustici. Inoltre, un racconto con qualche espressione onomatopeica qua e là risulta subito più vivo.

Esempi:
Die Katze miaute kläglich.La gatta miagola disperatamente.
Sie hat eine piepsige Stimme.Lei ha una voce stridula.
Die Tür quietscht.La porta cigola.

Parallelismus

Parallelismo – disposizione simmetrica

Questa figura retorica implica la disposizione simmetrica degli elementi che costituiscono due o più frasi. In tal modo la struttura chiara aiuta il lettore (o l’ascoltatore) a recepire meglio il contenuto.

Esempi:
Ich schlief und träumte, das Leben sei Freude. Ich erwachte und sah, das Leben war Pflicht. Ich handelte und siehe, die Pflicht ward Freude.Dormivo e sognavo che la vita non era che gioia. Mi svegliai e vidi che la vita non era che servizio. Servii e compresi che nel servizio c’era la gioia. (Rabindranath Tagore)
Vertrauen ist gut, Kontrolle ist besser.Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Nota: Il parallelismo viene spesso impiegato nelle enumerazione o nelle istruzioni. Grazie alla disposizione simmetrica degli elementi il lettore o l’ascoltatore si concentra meglio sul contenuto. Dai un'occhiata agli esempi che seguono.

Esempio 1 (senza parallelismo):

  • Zuerst öffnest du das Buch.Prima apri il libro.
  • Du musst jetzt den Text lesen.Adesso devi leggere il testo.
  • Sieh dir die Bilder an.Guarda le immagini.
  • Die Fragen müssen beantwortet werden.Bisogna rispondere alle domande.

Esempio 2 (con parallelismo):

  • Öffne das Buch.Apri il libro.
  • Lies den Text.Leggi il testo.
  • Sieh dir die Bilder an.Guarda le immagini.
  • Beantworte die Fragen.Rispondi alle domande.

Avrai sicuramente notato che le istruzioni del secondo esempio restano meglio impresse. Nel primo esempio le strutture non uniformi delle frasi distolgono dal contenuto. In questo semplice esempio magari sarà ancora facile capire cosa bisogna fare ma nelle enumerazioni più complicate composte da frasi più lunghe risulterà sicuramente difficile concentrarsi sul contenuto.

Parenthese

Parentesi – informazioni aggiuntive

Il discorso viene interrotto per inserire informazioni aggiuntive che vengono introdotte tra virgole, parentesi o trattini. Le informazioni aggiuntive possono essere rappresentate da parole singole, da gruppi di parole o persino da frasi intere.

Esempi:
Als Exportland Nr. 1 sind wir – und vor allem unsere kleinen und mittleren Unternehmen – dringend auf Begleitung in den mitunter schwierigen Auslandsmärkten angewiesen. *Come paese esportatore n. 1 –  soprattutto le nostre medio-piccole imprese – abbiamo bisogno di essere acccompagnati sui mercati esteri piú difficili.
Vielmehr ist Globalisierung unbemerkt, oft ungewollt, bereits durch den technischen Fortschritt entstanden. *Piuttosto la globalizzazione è avvenuta in maniera inosservata, spesso anche involontaria, tramite il progresso tecnico.

Nota

A seconda dell'importanza che vogliamo dare alle informazioni aggiuntive, possiamo metterle tra parentesi, virgole o trattini per separarle dal resto della frase.

Parentesi – poco importante: Sebastian (Mandys Bruder) hat die Karten besorgt.Sebastian (il fratello di Mandy) ha comprato i biglietti.

Virgole – neutrale: Sebastian, Mandys Bruder, hat die Karten besorgt.Sebastian, il fratello di Mandy, ha comprato i biglietti.

Trattini – enfatizzato: Sebastian – Mandys Bruder – hat die Karten besorgt.Sebastian – il fratello di Mandy – ha comprato i biglietti.

* Fonte: Discorso di apertura di Wolfgang Clement, ex-ministro dell'Economia e del Lavoro, in occasione della conferenza internazionale dei Corrispondenti bfai; tema: Globale, più globale – campione internazionale dell'export. Quanti affari esteri sono concessi? (30. agosto 2004, Berlino, Germania)

Personifizierung

Personificazione – attribuzione di tratti umani

Ad animali, oggetti inanimati e concetti astratti vengono attribuiti tratti umani (caratteristiche, azioni, comportamenti, sentimenti). La figura retorica della personificazione può rendere un racconto più interessante e vivo.

Esempi:
Der Wind spielte mit ihren Haaren.Il vento giocava con i suoi capelli.
Ich schloss die Tür und mein stures Auto weigerte sich, sie wieder zu öffnen.Chiusi lo sportello e poi la mia macchina testarda si rifiutò a riaprirlo.
Die Frösche stimmten ihr Konzert an.Le rane iniziarono il loro concerto.

Wiederholung (Ripetition)

Ripetizione – ripetizione di parole o di gruppi di parole

Ripetizione di parole o gruppi di parole all'interno di un testo. In questo modo vengono ripetute determinate idee o concetti con lo scopo di enfatizzarli.

Esempi:
… Der ungelöste Nahost-Konflikt bedroht Sicherheit und Stabilität … Auch im Irak geht es um Stabilität für das Land und die Sicherheit einer ganzen Region. … es geht jetzt um die Frage, dass wir alle miteinander dafür verantwortlich sind, dass mehr an Stabilität in die Region kommt. … Wir tun das, damit die Menschen in diesem Land selbst für ihre eigene Sicherheit einstehen können.*Il perdurare del conflitto in Medio Oriente minaccia la sicurezza e la stabilità … Anche l’Iran ha un estremo bisogno di stabilità per il paese e per tutta la regione. … Adesso siamo tutti responsabili e chiamati a contribuire per far arrivare maggior stabilità in quella regione. … Ce ne occupiamo in modo che le persone di quella nazione possano contribuire indipendentemente alla loro sicurezza e stabilità.

* Fonte: Discorso di Gerhard Schröder, cancelliere tedesco di allora, in occasione dell’apertura della fiera del libro di Francoforte, il 5 ottobre 2004.

Rhetorische Frage

La domanda retorica – domanda senza risposta diretta

Le domande retoriche sono delle frasi che rappresentano le stesse caratteristiche tipiche delle interrogative ma non hanno la stessa funzione, cioè non vengono enunciate per ottenere una risposta perché viene data per scontata.

Si tratta di un mezzo stilistico che viene impiegato con lo scopo di provocare, di richiamare l'attenzione o di invitare a trarre le giuste conclusioni.

Esempio:
Sollte uns das nicht zu denken geben?Ciò non dovrebbe darci da pensare?
Und welch einen besseren Ort könnte es für eine solche Differenzierung und neue Betrachtung geben als eben diese Buchmesse? *E quale luogo sarebbe migliore per ricercare una vera diversificazione e nuove prospettive se non qui in questa fiera del libro?

Vedi anche: → Hypophora (Ipofora)

* Fonte: Discorso di Gerhard Schröder, cancelliere tedesco di allora, in occasione dell’apertura della fiera del libro di Francoforte, il 5 ottobre 2004.

Vergleich

Similitudine (paragone) – paragone esplicito

Due oggetti, persone o concetti vengono paragonati fra di loro in maniera esplicita impiegando degli avverbi di comparazione come per es. “wie ”. (A ist wie B. = A è come B.)

Altre possibilità sono fra l’altro:

  • A ist (nicht) wie B A (non) è come B
  • A ist mehr/weniger als B A è più/meno di B
  • A ist genauso … wie B A è tanto … quanto B
  • A ist vergleichbar mit B A è paragonabile a B
  • A ist beinahe/fast wie B A è quasi come B
Esempi:
Online-Shops schießen wie Pilze aus dem Boden.I negozi online spuntano come funghi.
Er war bleich wie der Tod.Era bianco come la morte.
Ich fühle mich wie das fünfte Rad am Wagen.Mi sento (come) il terzo incomodo. (letteralmente: Mi sento come la quinta ruota di una macchina.)
Nase, Hand, Gesicht und Ohren sind so schwarz als wie die Mohren.*Mani, orecchie,volto e nasone sono neri come il carbone.

Vedi anche: → Metapher (Metafora)

* Fonte: Wilhelm Busch: Max e Moritz (4° scherzo)

Synekdoche

Sineddoche – sostituzione di un termine con un altro che intrattiene con il primo una relazione d’inclusione o d’esclusione

La figura retorica della sineddoche somiglia molto alla metonimia e a volte risulta difficile identificarle. Eppure essa si distigue dalla metonimia per via del tipo di relazione che caratterizza i due termini, cioè, mentre nella metonimia si tratta di una relazione causa per effetto, contenente-contenuto ecc., nella sineddoche la sostituzione avviene per via di una relazione di inclusione o di esclusione.

La relazione di inclusione o esclusione che sta alla base di ogni sineddoche può essere di vari tipi come per esempio:

La parte per il tutto

Esempi:
pro-Kopf-Einkommen … reddito pro capite (Kopf = Person)
ein Gespräch unter vier Augenun discorso a quattr’occhi (4 Augen = 2 persone)

Il tutto per la parte

Esempio:
Die Armee half der Bevölkerung bei der Bekämpfung der Flutkatastrophe.L’esercito aiutò la popolazione a combattere le inondazioni. (Armee = i soldati)

La specie per il genere

Esempio:
Hast du mal ein Tempo?Hai un fazzolettino di carta? (Tempo è una marca di fazzolettini che in Germania ormai è diventato sinonimo di fazzolettino, simile all’uso che facciamo in italiano della marca Scottex per inidcare il rotolo da cucina.) (Tempo = fazzolettino di carta)

Il genere per la specie

Esempio:
Das Tier entfernte sich.La belva/l’animale si allontanò. (Tier = un animale ben preciso: cane, delfino, serpente)

Materiale per il prodotto

Esempio:
Sie trug Gold am Finger.Portavo oro al dito. (Gold = un anello)

Vedi anche: → Metonym (Metonimia)